async="async">

SISTEMA MONTORO

03.02.2024

<SISTEMA MONTORO>: 

ALLA ATTENZIONE DEL PROCURATORE CAPO DI NAPOLI E DEI QUESTORI DI NAPOLI E CASERTA, COLLUSIONI TRA CAMORRA, MAGISTRATI, CARABINIERI, IL <SISTEMA MONTORO>,in questo video il movente num. due, dopo il movente num uno https://fb.watch/pX7lBKQKML/

ovvero, mentre ci fottiamo le proprietà dei Teodosio perculando sorelle e fratello, eliminiamo Tiziana Teodosio esperta di anatocismo e opposizioni agli abusi bancari.Ecco l'articolo allegato al movente 1:《SISTEMA MONTORO》: ALLA ATTENZIONE DEL PROCURATORE CAPO DI NAPOLI E DEI QUESTORI DI NAPOLI E CASERTA, COLLUSIONI TRA CAMORRA, MAGISTRATI, CARABINIERI, IL《SISTEMA MONTORO》,MARIANNA TEODOSIO(che usa ridere sadicamente ancora oggi dopo 3 anni)CON FABIOLA TEODOSIO, LASCIANO FUORI CASA LA SORELLA TIZIANA, E CHIUDONO APPLICANDO UN CATENACCIO, SIA ALL'ACCESSO AL BAGNO DEL PIANO TERRA, CHE AL CANCELLETTO DELLE SCALE CHE PORTANO ALLA CASA A PRIMO PIANO DOVE LE TRE SORELLE VIVEVANO TUTTE INSIEME CON I DUE FIGLIOLETTI DI TIZIANA.QUESTO È ACCADUTO DOPO IL 29 MARZO 2021 QUANDO LA AVVOCATA TIZIANA HA ACCOMPAGNATO IL RICERCATORE* FRANCESCO BONGIOVANNI IN PROCURA A CATANZARO(al tempo retta da Nicola Gratteri)PER UNA SIT COME PARTE OFFESA CONTRO LA MASSONERIA DEVIATA. LASCIANDOLA FUORI CASA, SI SONO APPROPRIATI DI TUTTO, COMPRESI I DUE FIGLIOLETTI DELLA SORELLA TIZIANA, E IN CONTEMPORANEA È SPARITO UN DIPINTO DEL 1500.LE DENUNCE HANNO SORTITO EFFETTO CONTRARIO, MA DOPO LE ENORMI LAMENTELE DEL BONGIOVANNI E DI TIZIANA TEODOSIO, SI SONO COMINCIATI A VEDERE NOTEVOLI CAMBIAMENTI E TRASFERIMENTI DI MAGISTRATI E CARABINIERI COINVOLTI.IL VIDEO DEL 2 APRILE 2021 È TESTIMONIANZA DA PRODURRE NEI NUMEROSI PROCEDIMENTI PENALI FALSI.Nei fatti di cui sopra sono rilevabili probabili violazioni di legge, adetrimento dell'onesto cittadino, vessato da un vero e proprio "sistema" o"cordata" o "comitato d'affari" che agisce ad oggi indisturbato nel Distretto giudiziario di Napoli,per favorire il consolidamento di posizioni di potere derivanti da ruoli efunzioni esercitate con "abuso", mediante atti privati e di ufficio improntatialla applicazione ad usum proprium di leggi e provvedimenti.Osando denunciare tale situazione o anche soltanto esercitando il propriodovere di agire e resistere in giudizio per la tutela dei propri diritti, se -comespesso accade- in contrasto con i detti obiettivi o scatenando appetiti sullequestioni sottoposte al vaglio giudiziario, l'onesto cittadino viene osemplicemente ignorato o, in alcuni casi, assoggettato a continuevessazioni giudiziarie o istituzionali.

https://www.facebook.com/AVVmauromellini/videos/386129274008495